Al tempo del carognavirus: GLI UNTORI di Lorenzo Bastida

(carognavirus è un’invenzione di Maurizio Maggiani,
che ci piace e d’ora in poi useremo)
eccoci, siamo gli untori
spettro sotteso, litania perversa:
abbiamo manomesso
i canapi gli annali,
sfibrato orditi al fragile disegno
che ammiravamo bambini,
abbiamo, insonni, disseminato insegne
cui mai, neppure un attimo, avremmo poi creduto
e parcellizzato e venduto
respiro acqua voce terra ingegno,
sfalsato le consegne,
sofisticato frodi
tutto mentendo lecito ai deicidi,
quando in gemito quando in sberleffo adulterando le odi
che abitavamo spente;
eccoci, eccoti: ora decidi
tu che passi deserto
da quale lembo avvolgerti il silenzio
che ti abbiamo eletto a memoria

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*